Tinteggiatura Interni

shadow-ornament

La tinteggiatura è un elemento essenziale per definire gli ambienti di una casa. Essa deve integrarsi con lo stile architettonico delle stanza/locali e con il design degli arredamenti, deve saper conferire personalità agli ambienti.

Una buona tinteggiatura non deve saper soddisfare solo le esigenze estetiche ma deve anche saper svolgere una funzione protettiva delle superfici e deve avere determinate caratteristiche quali:

  • durata nel tempo
  • lavabilità
  • impermeabilità
  • traspirabilità
  • atossicità.

Analizziamo con cura il vostro progetto e vi consigliamo nella scelta giusta, garantendo la perfetta applicazione grazie all’approfondita conoscenza di ogni tecnica di lavorazione.

In questa sezione cerchiamo di offrirvi un ventaglio delle tipologie di tinteggiatura per interni, delle tecniche di applicazione e dei prodotti consigliati.

La tempera è una pittura murale a base vinilica o acrilica, è usata preferibilmente per opere in economia. Appositamente formulata per l’applicazione su pareti interne di ogni tipo di ambiente domestico come ad esempio l’imbiancatura di soffitti e pareti di cantine o garages.

Di facile impiego, per la sua particolare composizione assicura un’alta traspirabilità al vapore e un’accettabile resistenza al lavaggio.

La Tempera si applica su intonaco, cemento, gesso e cartongesso anche già trattati.

Per tinteggiare le pareti della nostra casa l’idropittura lavabile è una soluzione pratica, conveniente ed interessante. L’ampia gamma di prodotti presente sul mercato consente di individuare soluzioni ad hoc per tutte le esigenze e gli ambienti, per risultati dalla sorprendente qualità.

Le caratteristiche salienti di una buona idropittura sono l’elevato potere coprente, la notevole pennellabilità e dilatazione, l’idrorepellenza, la buona resa nel tempo e soprattutto l’elevata lavabilità, proprietà grazie alla quale eventuali macchie di sporco possono essere lavate dai muri senza asportare la pittura.

Può essere applicata su diversi tipi di superficie a base cementizia, gesso, cartongesso ed oltre all’imbiancatura è adatta anche per la realizzazione di tinteggiature dai colori forti, difficilmente ottenibili con altre pitture.

L’idropittura traspirante idrorepellente è un prodotto che unisce parecchie qualità che la rendono una scelta sicura per diversi tipi di tinteggiature.

Dotata di ottima traspirabilità e copertura, idrorepellenza e buona dilatazione oltre che da un buon punto di bianco; inoltre non si macchia ed è caratterizzata da bassa presa di sporco, eccezionale resistenza all’umidità ed agli agenti chimici e fisici. Facile da applicare assicura un’elevata igienicità pertanto è ideale per ambienti sia privati che pubblici e per ambienti umidi
(cucine, bagni, ecc.). La formulazione, perfettamente bilanciata, consente di ottenere una finitura opaca ed uniforme anche su supporti che presentano assorbimenti differenti garantendo al supporto un ottimo grado di traspirazione ed idrorepellenza che impedisce il formarsi di umidità nei muri con conseguente possibile formazione di muffe.

Nei prodotti migliori, l’adozione di resine acriliche selezionate permette di raggiungere anche un buon livello di lavabilità. In ogni caso, la carica di resina non eccessiva consente ottimi risultati anche in caso di tinteggiatura su supporti già pitturati in precedenza.

Il mercato delle pitture in questi ultimi anni si è evoluto notevolmente. La tecnologia e l’avvento di nuovi materiali hanno imposto da tempo agli addetti ai lavori un aggiornamento continuo sulle innovazioni e le nuove applicazioni.
Una svolta decisiva è stata segnata dalle resine silossaniche, che conferiscono ai prodotti nuove caratteristiche in grado di rispondere alle principali richieste dei professionisti più esigenti.

Prestazioni possibili grazie al fatto che sono realizzate con l’uso contemporaneo di particolari emulsioni acriliche e di particolari resine siliconiche che conferiscono contemporaneamente a questo tipo di pittura una ottima idrorepellenza e una elevata traspirabilità, il che le rende ideali per una duratura conservazione delle murature interne.

In sostanza, è una pittura che non fa passare l’acqua, quindi impermeabile, ma al contempo è poco resistente alla diffusione del vapore, quindi traspirante, in grado cioè di impedire l’accumulo di umidità e di favorirne quindi lo smaltimento; sono antistatici e non termoplastici, quindi polvere e sporcizia non aderiscono al supporto; queste pitture sono stabili agli sbalzi termici e non provocano distacchi o sfogliamenti; hanno una buona resistenza allo sfregamento e all’attacco di muffe e microrganismi.

Possono anche essere utilizzate su pitture preesistenti, dopo applicazione di primer silossanico.

Le pitture ai silicati sono materiali a base di silicato di potassio che reagiscono con l’anidride carbonica presente nell’atmosfera e con gli elementi che compongono l’intonaco, sviluppando un forte potere fissante. Una volta avvenuta la reazione chimica con l’intonaco, la pittura al silicato forma uno strato compatto e resistentissimo nel tempo. Sono indicate per il restauro e la tinteggiatura di facciate esterne di edifici sia antichi sia con nuovi intonaci mai trattati. Ottime anche per la tinteggiatura di superfici situate in zone umide che restano inalterate per molti anni grazie alla caratteristica impermeabilità ed alla resistenza agli agenti atmosferici tipica delle pitture ai silicati.

Indubbiamente però il dato che spicca maggiormente è la particolare resistenza che le rende pitture in grado di conferire alle pareti un aspetto che resta inalterato anche dopo il trascorrere di lungo tempo.

La pittura a calce è probabilmente la più antica forma di tinteggiatura di superfici architettoniche. E’ una dispersione molto diluita di calce in acqua (latte di calce), pigmenti minerali e terre possono venire aggiunti al latte di calce ottenendo così una vasta gamma di cromatismi.

La pittura a calce può essere impiegata sulla maggior parte delle superfici architettoniche, ma si adatta preferibilmente a supporti porosi, come ad esempio intonaci a calce, pietre naturali, laterizi ecc.. La resa estetica, tipica dei tinteggi a calce, ne consente l’utilizzo nel trattamento di edifici storici.

Grazie al ph elevato della calce naturale l’utilizzo di questo tipo di pittura permette un’efficace azione antimuffa che la rende particolarmente adatta per la sanificazione di ambienti come bagni e cucine.

Per ambienti particolarmente predisposti allo sviluppo di umidità è consigliabile l’utilizzo di speciali pitture antimuffa che sono in grado di evitare le tipiche macchie scure che si formano sui muri con esiti antiestetici ed antiigienici.

Oltrechè per ambienti casalinghi ad alta intensità di umidità sono senz’altro raccomandate per la tinteggiatura di locali in cui possa esserci anche produzione di residui organici come panifici, pasticcerie, cantine sociali, salumifici, piscine ecc.

Per la pulizia e il ripristino di superfici rivestite da muffe o batteri, è opportuno utilizzare, prima della tinteggiatura, prodotti specifici che contengono particolari agenti chimici che risanano le superfici murali.

Lo smalto all’acqua è un prodotto destinato alla tinteggiatura di edifici pubblici, scuole, comunità, ospedali, edilizia industriale per i suoi requisiti di grande lavabilità, pulizia ed economicità. In pratica l’utilizzo è indicato in quei luoghi in cui vi sia un massiccio e continuo passaggio di persone come vani scala, corridoi, sale d’aspetto ecc.

Gli smalti all’acqua presentano numerosi vantaggi. Oltre a non necessitare di solventi e ad essere diluibili in acqua, si stendono facilmente. Si possono usare su ogni supporto, purchè la superficie non sia lucida e sia ben pulita. E’ idrorepellente, ma lascia traspirare il legno.

Gli elementi che compongono gli smalti all’ acqua conferiscono una elevata resistenza allo sporco che in pratica non viene assorbito e risulta facilmente e perfettamente lavabile.

A differenza dei prodotti vernicianti con solvente, inoltre, non emana cattivo odore e non esala sostanze nocive e per questo motivo può essere usata anche in ambienti chiusi e male aerati.

Gli smalti sintetici sono un prodotto molto diffuso in ambito lavorativo. Si tratta di vernici vetrose a colori o neutre usate per il rivestimento di superfici. Sono utilizzate prevalentemente per la protezione del materiale che rivestono con lo scopo di preservare da agenti corrosivi i materiali su cui viene applicato.

Gli smalti sintetici garantiscono ottimi risultati, in particolare sul legno. Sono resistenti, garantiscono risultati brillanti e sono di facile applicazione.

La pittura antifumo è ideale per tutti quegli ambienti che presentano macchie di fumo sulle pareti, dovute ai termosifoni, caminetti, stufe o alle sigarette.

Il trattamento con pitture acriliche a base d’acqua specifiche, permette di “bloccare” il fumo ed evitare il riformarsi delle macchie scure o giallognole.

La pittura antifumo è applicabile in uno o due strati e copre diversi tipi di macchia (nicotina, aloni, fumo, fuliggini…) per diverse superfici (intonaco, cemento, cartongesso, mattoni, carta da parati e tessuti per muro in fibra di vetro).